La Lituania entra nell’euro

Il piccolo Stato baltico sarà il 19esimo Paese dell’Eurozona. Il debito pubblico è inferiore a quello di Germania, Francia, Spagna e Italia.

La Lituania entra nell'euroOggi(1 gennaio), la Lituania entra ufficialmente nella zona euro. E’ il 19esimo Paese a sostituire la moneta nazionale con l’euro. La Lituania è il terzo Paese baltico e il quinto ex comunista dell’Europa centro-orientale ad adottare la moneta unica, dopo Slovenia, Slovacchia, Estonia e Lettonia. A questo punto, circa 337 milioni di europei condividono la stessa moneta.

Malgrado la crisi, l’euroscetticismo e le varie ipotesi di referendum per tornare alle vecchie valute nazionali, l’euro prosegue il suo percorso di moneta unica. Valdis Dombrovskis, vicepresidente della Commissione Europea, ha dichiarato: “Quest’ultima adesione segna il completamento del ritorno di tutti gli stati baltici nel cuore del sistema politico-economico del continente”. Il PIL della Lituania, 3,3 milioni di abitanti, è in crescita dal 2010(+2,7% quest’anno e +3,1% nel 2015% secondo le stime UE) e vale 35 miliardi di euro. Il debito pubblico è al 41,3% del PIL, ampiamente sotto il 60% previsto dai parametri di Maastricht. La disoccupazione è all’11,2%, in calo dall’11,8% del 2013. Il paese baltico diventerà un’altra zona dove delocalizzare le aziende italiane.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Cedimento sul ponte Bellaria

Come richiedere rimborso canone a SELAV

Ex scuola Salvo D’Acquisto è un rudere

Il caos dell’illuminazione votiva a Napoli

De Magistris: Reddito di cittadinanza ingannevole

Corte UE condanna Italia per discariche