Renzi punta tutto sul democristiano Mattarella, i grillini su Imposimato

Il premier punta a costruire intorno al nome del giudice costituzionale la più ampia convergenza. Ferdinando Imposimato ha vinto le "Quirinarie" del M5S. I grillini hanno perso un'altra occasione.

Matteo RenziMatteo Renzi conferma la candidatura di Sergio Mattarella per la presidenza della Repubblica. Il presidente del Consiglio e segretario del Partito Democratico proporrà di votare il giudice costituzionale all’assemblea dei “grandi elettori” democratici. In ogni caso, nei primi tre scrutini, ci sarà l’indicazione di votare scheda bianca.

Renzi ha dichiarato: “Il nostro candidato è Mattarella. Non ci sarà un altro candidato del PD, ci giochiamo la credibilità”. Chi è Sergio Mattarella? Deputato dal 1983 al 2008, prima per la Democrazia Cristiana e poi per il Partito Popolare Italiano e la Margherita, e più volte ministro, dal 2011 è giudice costituzionale di nomina parlamentare. Alle 14 si sono concluse le “Quirinarie” del Movimento 5 Stelle. Hanno partecipato alla votazione 51.677 iscritti certificati. Il primo è risultato Ferdinando Imposimato con 16.653 voti, secondo Romano Prodi con 10.288 preferenze, terzo Nino Di Matteo con 6.693 voti. Seguono Pierluigi Bersani(5.787), Gustavo Zagrebelsky(5.547), Raffaele Cantone(3.341), Elio Lannutti(1.528), Salvatore Settis(1.517) e Paolo Maddalena(323). Ferdinando Imposimato sarà votato dal gruppo parlamentare del M5S sin dal primo scrutinio.

Questa è un’altra occasione persa dai “grillini” per distruggere il Partito Democratico. Stimo Imposimato e credo che sarebbe un ottimo presidente della Repubblica, ma in alcuni casi bisogna fare il Dalemiano(vedi video) e questo i grillini ancora non l’hanno capito. La candidatura di Romano Prodi serviva per mettere in difficoltà Renzi. Per l’elezione del presidente della Repubblica ci sarà una sola seduta oggi(29 gennaio). Poi seguiranno due votazioni al giorno a partire da domani, fino all’elezione del nuovo presidente della Repubblica. Il calendario è stato deciso dalla conferenza dei capigruppo congiunta di Camera e Senato. Oggi si comincia a votare a scrutinio segreto dalle ore 15. Domani ci sarà una votazione la mattina e una seconda nel pomeriggio.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Birra Napoli si produce a Roma