Svizzera si sgancia da euro

La Svizzera dice addio dopo tre anni al tetto nel cambio franco-euro. La moneta unica crolla ai minimi sul dollaro.

La Svizzera dice addio al tetto all’euroLa Banca centrale Svizzera ha cancellato il tetto fissato a 1,20 per il cambio franco/euro e ha tagliato a -0,75% il tasso di riferimento. Il rapporto fra le valute è così sceso ai minimi dal settembre 2011, fino a 0,9116. Il tetto era stato fissato per contrastare la corsa degli investitori verso beni rifugio come il franco.

La mossa ha scosso il mercato valutario e le borse europee, che hanno perso i rialzi registrati in apertura e sono entrate in territorio negativo: a Milano l’Ftse Mib cede lo 0,5%, mentre la Borsa di Zurigo affonda e arriva a cedere l’11%. In un comunicato la BNS scrive: “L’introduzione del tasso minimo è stata una misura eccezionale in un periodo di grande sopravvalutazione della divisa elvetica e di grande incertezza sui mercati. Ma ora il forte indebolimento dell’euro rispetto al dollaro ha causato anche un deprezzamento del franco verso la moneta USA. E il cambio minimo non è giustificabile”. Nel momento in cui scrivo, l’euro è scambiato a 1,1692 dollari. La moneta unica non era così debole dal 2003.

Quotazione euro

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

La caduta del muro di Berlino

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli