Svizzera si sgancia da euro

La Svizzera dice addio dopo tre anni al tetto nel cambio franco-euro. La moneta unica crolla ai minimi sul dollaro.

La Svizzera dice addio al tetto all’euroLa Banca centrale Svizzera ha cancellato il tetto fissato a 1,20 per il cambio franco/euro e ha tagliato a -0,75% il tasso di riferimento. Il rapporto fra le valute è così sceso ai minimi dal settembre 2011, fino a 0,9116. Il tetto era stato fissato per contrastare la corsa degli investitori verso beni rifugio come il franco.

La mossa ha scosso il mercato valutario e le borse europee, che hanno perso i rialzi registrati in apertura e sono entrate in territorio negativo: a Milano l’Ftse Mib cede lo 0,5%, mentre la Borsa di Zurigo affonda e arriva a cedere l’11%. In un comunicato la BNS scrive: “L’introduzione del tasso minimo è stata una misura eccezionale in un periodo di grande sopravvalutazione della divisa elvetica e di grande incertezza sui mercati. Ma ora il forte indebolimento dell’euro rispetto al dollaro ha causato anche un deprezzamento del franco verso la moneta USA. E il cambio minimo non è giustificabile”. Nel momento in cui scrivo, l’euro è scambiato a 1,1692 dollari. La moneta unica non era così debole dal 2003.

Quotazione euro

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il modello di integrazione di De Magistris

Maxi operazione contro IPTV illegali

Renzi lascia il PD

Bankitalia: Debito pubblico a 2.409,9 miliardi. E’ record

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio

Italia Viva è copyright De Luca