Tumori dovuti alla sfortuna?

Una nuova ricerca scientifica è arrivata alla conclusione che la maggioranza dei tumori è dovuta alla sfortuna.

Tumori dovuti al caso?Due terzi dei tumori sono dovuti a mutazioni genetiche legate al caso e non a stili di vita sbagliati. Solo un terzo è legato a fattori ambientali o geni difettosi. Lo sostiene uno studio della “Johns Hopkins University School of Medicine” di Baltimora. Lo studio è stato pubblicato sulle pagine del prestigiosa rivista “Science”.

I ricercatori Bert Vogelstein e Cristian Tomasetti hanno analizzato 31 tumori differenti in base a modelli matematici: solo 9 sono risultati collegati a stili di vita o difetti genetici e 22 principalmente legati a mutazioni genetiche. In sintesi il 66% dei tumori è pura sfortuna, ossia sembrano apparentemente incomprensibili perché si verificano in assenza di comportamenti a rischio. Il lavoro si è concentrato sulle staminali, cellule che si possono differenziare in diversi tipi di tessuti a seconda delle esigenze. Proprio a causa della loro longevità, una mutazione nelle staminali può avere conseguenze molto più deleterie rispetto a quando ciò accade in una cellula comune.

Gli scienziati hanno contato le mutazioni casuali che possono avvenire durante una divisione cellulare, lasciando da parte altre cause(geni difettosi ereditati o di tipo ambientale come il fumo o la presenza di radiazioni). Il sistema matematico elaborato dai ricercatori ha evidenziato che all’aumentare del numero di divisioni cellulari aumenta il rischio che si sviluppi un tumore. I due studiosi hanno dichiarato: “Il miglior modo di sradicare questi tumori sarà individuarli presto, quando sono ancora curabili con la chirurgia. Ma cambiare stile di vita e abitudini sarà di aiuto nel prevenire alcuni tipi di cancro”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia

Salvini prosegue linea Renzi sui termovalorizzatori

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo