Cerved: 82 mila imprese fallite da inizio crisi

Dall'inizio della crisi nel 2008 sono fallite in Italia 82 mila imprese con la perdita di 1 milione di posti di lavoro. E' quanto emerge dai dati del Cerved.

Persi un milione di posti di lavoroSono 82.000 le imprese fallite dall’inizio della crisi nel 2008, con la perdita di un milione di posti di lavoro. Il dato è stato calcolato dal Cerved, uno dei più grandi Information Provider in Italia. Nel 2014 c’è stato il picco dei fallimenti con 15.000 imprese chiuse. Tuttavia se si aggiungono anche le procedure concorsuali non fallimentari e le liquidazioni volontarie il numero delle imprese cessate l’anno scorso sale a 104 mila.

I posti di lavoro persi sono comunque più che raddoppiati rispetto al 2008: un incremento percentuale del 136%. Si è passati, infatti, dai 74 mila posti di lavoro persi nel 2008 ai 175 mila del 2014. A livello geografico, l’area più colpita nel 2014 è il Nord Ovest, con circa 59 mila posti persi(314 mila tra 2008 e 2014), di cui ben 40 mila solo in Lombardia(220 mila in cinque anni). Dal punto di vista settoriale, le aziende del terziario sono quelle più coinvolte, con 29 mila posti persi nei servizi non finanziari e 27 mila nella distribuzione. Gianandrea De Bernardis, amministratore delegato di Cerved, ha dichiarato: “La crescita record dei fallimenti del 2014 e le conseguenze sull’occupazione riflettono l’onda lunga della crisi, dovuta a più di sei anni di recessione e debolezza economica”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia

I nuovi autobus ANM a Napoli