Google fa retromarcia sulla censura delle immagini su Blogger

A pochi giorni dall'annuncio della censura di immagini e video sessualmente espliciti su Blogger, Google fa retromarcia.

Una donna in posaClamoroso autogol di Google. Qualche giorno fa il colosso di Mountain View aveva annunciato la censura su Blogger di immagini e video sessualmente espliciti o che mostrano nudità. Le nuove regole sarebbero entrate in vigore dal 23 marzo 2015.

Cosa sarebbe cambiato? I blog ospitati dalla piattaforma con contenuti espliciti sarebbero stati resi “privati”, cioè visibili all’esterno solo dall’autore e dagli amministratori del blog. La “norma” valeva solo per i blog creati prima del 23 marzo 2015. Quelli invece creati dal 24 marzo in poi sarebbero stati cancellati senza nessuna comunicazione. Le nuove regole di Google hanno scatenato molte proteste tra gli utenti di Blogger. Per questo motivo oggi(27 febbraio) il colosso californiano ha fatto una clamorosa retromarcia: i blog con contenuti espliciti continueranno ad essere visibili purché con l’etichetta ad hoc di “blog per adulti”. Non cambia nulla, in pratica, rispetto a ciò che avviene oggi. Un membro del team di Blogger spiega sul forum del servizio che la tonnellata di feedback ricevuto ha indotto l’azienda a “continuare con la policy attuale”. Alla fine conta solo il business.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia