Scampia: Licenziato il dipendente delle Poste che truffava i clienti

Un dipendente delle Poste Italiane in servizio a Scampia è stato licenziato. E' accusato di aver truffato venti clienti della filiale "Napoli 81".

L'ufficio postale "Napoli 81"Un dipendente delle Poste Italiane è stato licenziato. L’uomo lavorava come addetto allo sportello dell’ufficio postale di “Napoli 81” di Scampia. Cosa ha fatto? E’ accusato di essere l’autore della truffa a venti titolari di libretti postali e carte Banco Posta. La Polizia gli ha sequestrato beni mobili e immobili per 220 mila euro.

Claudio Vittozzi(così si chiama l’indagato) aveva sottratto i 220 mila euro dai conti correnti di ignari clienti, abusando della sua mansione di addetto allo sportello postale. E’ accusato di frode informatica, uso fraudolento e falsificazione di carte di credito e accesso abusivo a un sistema informatico. All’atto di effettuare operazioni per i clienti, con apposita strumentazione, l’uomo si appropriava dei codici di carte di credito e postamat, procedendo poi a prelievi indebiti. Vittozzi aveva fatto ricorso contro il licenziamento, ma il giudice del lavoro ha rigettato l’impugnazione.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia