Scampia: Licenziato il dipendente delle Poste che truffava i clienti

Un dipendente delle Poste Italiane in servizio a Scampia è stato licenziato. E' accusato di aver truffato venti clienti della filiale "Napoli 81".

L'ufficio postale "Napoli 81"Un dipendente delle Poste Italiane è stato licenziato. L’uomo lavorava come addetto allo sportello dell’ufficio postale di “Napoli 81” di Scampia. Cosa ha fatto? E’ accusato di essere l’autore della truffa a venti titolari di libretti postali e carte Banco Posta. La Polizia gli ha sequestrato beni mobili e immobili per 220 mila euro.

Claudio Vittozzi(così si chiama l’indagato) aveva sottratto i 220 mila euro dai conti correnti di ignari clienti, abusando della sua mansione di addetto allo sportello postale. E’ accusato di frode informatica, uso fraudolento e falsificazione di carte di credito e accesso abusivo a un sistema informatico. All’atto di effettuare operazioni per i clienti, con apposita strumentazione, l’uomo si appropriava dei codici di carte di credito e postamat, procedendo poi a prelievi indebiti. Vittozzi aveva fatto ricorso contro il licenziamento, ma il giudice del lavoro ha rigettato l’impugnazione.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il modello di integrazione di De Magistris

Maxi operazione contro IPTV illegali

Renzi lascia il PD

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio

Bankitalia: Debito pubblico a 2.409,9 miliardi. E’ record