Bankitalia: Debito pubblico a 2.165,9 miliardi di euro

Il debito pubblico italiano a gennaio 2015 si è attestato a 2.165,9 miliardi di euro, molto vicino al massimo storico registrato a luglio del 2014

Supplemento al bollettino statistico. Marzo 2015Oggi(13 marzo), la Banca d’Italia ha diramato il supplemento al Bollettino di Finanza Pubblica. A gennaio 2015 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.165,9 miliardi di euro, in aumento di 31 miliardi rispetto ai 2.134,9 di dicembre 2014. Il debito è molto vicino al massimo storico(2.167,7 mld) registrato a luglio del 2014.

L’incremento è dovuto all’aumento di 36,3 miliardi delle disponibilità liquide del Tesoro, pari a fine gennaio a 82,6 miliardi(contro 46,3 a dicembre del 2014), solo in parte compensato dall’avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche(4,6 miliardi) e dall’effetto complessivo dell’emissione di titoli sopra la pari, del deprezzamento dell’euro e degli effetti della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione(0,7 miliardi). A gennaio 2014 il debito pubblico italiano era pari a 2.089,5 miliardi di euro. Questo significa che è aumentato di 76,4 miliardi in 12 mesi. L’incremento è del 3,65%. Nel mese di gennaio 2015 le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 31,3 miliardi di euro, in aumento dello 0,9% rispetto al valore registrato nello stesso mese del 2014(31 miliardi). Bankitalia precisa che la significatività dei dati di gennaio è limitata da disomogeneità nei tempi e modalità di contabilizzazione di alcune entrate.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assicurazione RC auto con scatola nera

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

Carta di identità elettronica alle Poste

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Istat: A rischio povertà una persona su 4