Italia regala 25 milioni di euro alla Tunisia

Cancellata parte del debito della Tunisia nei confronti dell'Italia per 25 milioni di euro. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni. E' giusto?

Gentiolini e EssebsiA gennaio 2015 il debito pubblico italiano si è attestato a 2.165,9 miliardi di euro. L’Italia è al terzo posto nella “speciale” classifica dei paesi più indebitati. Lo Stato taglia servizi, privatizza e spreme i cittadini con tasse per sostenere il debito contratto negli anni. Nel 2012 l’economista francese Serge Latouche dichiarò: “Il debito pubblico italiano non sarà mai pagato”.

Una domanda sorge spontanea: il nostro debito può essere rinegoziato? Molti ciarlatani italiani dicono di no. E’ vero? I fatti dicono l’esatto contrario. Ieri(24 marzo) Paolo Gentiloni ha incontrato il presidente tunisino Beji Caid Essebsi a Tunisi. Al termine dell’incontro, il ministro degli Esteri italiano ha dichiarato: “Il presidente Essebsi ci ha chiesto due cose: un impegno economico e la cooperazione nel settore della sicurezza e della lotta al terrorismo”. Risultato? L’Italia ha cancellato il debito che la Tunisia aveva con l’Italia, e che ammontava a 25 milioni di euro. Capito? Lo Stato italiano fa il camorrista con i suoi cittadini ed è magnanimo con gli stranieri. A questo punto anche l’Italia dovrebbe chiedere un taglio al debito per l’emergenza criminalità organizzata.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

La guerra alle armi di Save the Children

Lo strano caso di Erika Marcato

Alitalia salvata con soldi pubblici

De Magistris vuole referendum per autonomia di Napoli

Bankitalia: Debito pubblico a 2.316,7 miliardi

La paziente perfetta