LG G Flex 2. Uno smartphone dal disegno particolare

LG G Flex 2 è uno degli smartphone Android più avanzati e completi che ci siano in circolazione. Dispone di un grande display da 5.5 pollici e di un processore Octa-Core.

LG G Flex 2LG G Flex 2 è uno smartphone quadband dal disegno particolare: il suo schermo, leggermente curvo, segue la forma naturale del viso e rende quindi il cellulare molto comodo da usare durante le telefonate.

Il nuovo “gioiello” della casa sudcoreana è dotato di un display sensibile al tocco da 5,5 pollici di diagonale con tecnologia Poled. La risoluzione è 1.920x1.080 pixel, mentre la densità di pixel è pari a 403 ppi. G Flex 2 monta un processore Qualcomm Snapdragon 810 Octa-Core(un quad core da 2 Ghz e un quad core da 1,5 Ghz) a 64 bit, mentre la memoria RAM è di 2 GB. La memoria di massa è da 16 gigabyte(di cui 7,5 GB a disposizione per l’utente), espandibile fino a 2 terabyte con schede di memoria di tipo microSD. La fotocamera posteriore da 13 megapixel permette di scattare foto di buona qualità e riprendere video nel formato ultraHD.

La tecnologia di stabilizzazione ottica OIS+ compenserà automaticamente il tremolio della tua mano per evitare le foto mosse, anche di notte. La batteria ha una capacità di 3.000 mAh ed è non rimovibile. Bastano 30 minuti per ricaricare il 50% della batteria. Il nuovo smartphone di LG è dotato di connettività Wi-Fi, ma può accedere anche alle reti ultraveloci 4G e dispone della tecnologia NFC. Inoltre il guscio posteriore del cellulare LG è speciale perché è dotato di un rivestimento flessibile che riduce al minimo i danni, cancellando da solo i graffi provocati dall’uso. Il sistema operativo è Android 5.0.1 Lollipop. Prezzo? LG G Flex 2 costa 699 euro. Di seguito la recensione di HDblog.it.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il modello di integrazione di De Magistris

Maxi operazione contro IPTV illegali

Renzi lascia il PD

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

Bankitalia: Debito pubblico a 2.409,9 miliardi. E’ record

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio