Microsoft manda in pensione Internet Explorer

Internet Explorer va in pensione dopo 20 anni di onorato servizio. Il nuovo browser, che arriverà con il sistema operativo Windows 10, si chiama Spartan.

Internet Explorer 11Windows 10 sarà disponibile dall’estate 2015 in 190 paesi e in 111 lingue. L’annuncio è stato dato ieri(17 marzo) dalla Microsoft al summit di Shenzhen, in Cina. Il nuovo sistema operativo non avrà Internet Explorer, lo storico browser della casa di Redmond. Al suo posto ci sarà Spartan, nome in codice “Halo-style”.

Lanciato negli anni ‘90, Internet Explorer è divenuto uno dei simboli di Microsoft, che lo ha introdotto come concorrente di Netscape, offrendolo gratuitamente con il sistema operativo Windows. Grazie a questa “mossa” Internet Explorer è divenuto il browser più utilizzato dai navigatori negli anni ‘90 e nella prima decade del nuovo secolo. Nel settembre 2002 nasce Mozilla Firefox. Due anni dopo questo browser inizia a diffondersi togliendo sempre più quote all’indiscusso Internet Explorer. Nel 2008 anche Google entra nella guerra dei browser con Chrome. Nel dicembre 2010 avviene il sorpasso di Firefox: per la prima volta Internet Explorer non è il browser più utilizzato. E’ una data storica. Da quel momento il browser della Microsoft perde sempre più quote arrivando al 20% di oggi(era al 95% una decina di anni fa). Con Spartan, Microsoft spera di colmare le debolezze di Explorer e dar vita a un browser che di adatta meglio alla vita digitale vissuta su vari dispositivi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pensioni reversibilità Italia nel mirino Ocse

Global Compact dell’Onu

Carta di identità elettronica alle Poste

La presunta gaffe della Castelli sulla Panda 1000

Assicurazione RC auto con scatola nera

Istat: A rischio povertà una persona su 4