29 anni fa il disastro di Chernobyl. Quasi pronto il nuovo sarcofago

La costruzione dell’immensa struttura che proteggerà il reattore numero 4 della centrale nucleare di Chernobyl entra nella fase finale.

Il nuovo sarcofago della centrale di ChernobylIl 26 aprile 1986 alle ore 1.23 la città di Chernobyl fu svegliata da un forte boato: il reattore numero 4 delle centrale nucleare esplode e spara in aria il pesante disco di copertura.  Nell’aria fu liberata una radioattività cento volte superiore alle bombe sganciate su Hiroshima e Nagasaki.

La nube radioattiva ha contaminato un’area estesa diversi chilometri, ancora oggi quasi del tutto disabitata e definita Chernobyl Exclusion Zone. A distanza di 29 anni il “problema” Chernobyl non è stato risolto del tutto. Il sarcofago costruito a tempo di record nel 1986 non garantiva più la sicurezza per via di alcune crepe. Per questo motivo nel 2010 sono iniziati i lavori per la costruzione di un nuovo sarcofago. L’opera è stata finanziata grazie ad anche una raccolta fondi che ha racimolato 550 milioni di euro. Il nuovo sarcofago è alto 110 metri, lungo 164 e largo 257 metri. Tra l’arco superiore, che ha una campata di 270 metri, e quello inferiore di 240 metri, intercorre nel punto più alto uno spazio di 12 metri. I lembi di questo arco da 32 mila tonnellate in acciaio e calcestruzzo verranno uniti nelle prossime settimane. Una volta calato sul reattore e sul vecchio sarcofago che lo ricopre, intrappolerà le emissioni radioattive. A Chernobyl non si potrà vivere prima che siano trascorsi altri dieci periodi radioattivi, vale a dire per altri 300 anni.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia