730 precompilato: Solo 1 su 4 fa da solo

Conto alla rovescia per l'autodichiarazione dei redditi ma sul 730 precompilato incombe un rischio flop. La denuncia arriva da una ricerca di Confesercenti.

730 precompilatoDal 15 aprile 2015 sul sito dell’Agenzia delle Entrate sarà a disposizione un modello di 730 precompilato, che potrà essere accettato o modificato dal contribuente. La novità, introdotta dal governo Renzi, ha un grosso limite: non tiene conto delle spese sanitarie che danno diritto a deduzioni dal reddito o detrazioni d’imposta e altre spese comuni.

Cosa significa? Che devi modificare il 730 precompilato. Farlo online è quasi un suicidio perché i controlli formali diventano a carico del dichiarante,  compresi i dati precompilati che non sono stati modificati. Meglio andare al CAF e sborsare dai 30 euro in su. Per questo motivo non sorprende l’indagine di Confesercenti, da quale si evince che soltanto il 25% compilerà da solo la dichiarazione dei redditi. Confesercenti nota che il 47% si rivolgerà al CAF e il restante 28% chiederà aiuto al commercialista. Sull’iniziativa, il 41% dei contribuenti non ha ancora un’opinione, il 34% la ritiene una semplificazione utile e il 21% la boccia in quanto poco efficace. In totale sono 7 milioni gli italiani pronti per accedere on line al nuovo 730 precompilato.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa