Gran Bretagna: Allarme per batteri resistenti agli antibiotici

Crescono i timori per la diffusione di infezioni causate dai cosiddetti batteri resistenti agli antibiotici. Cameron: "E' una minaccia reale e preoccupante".

Allarme per batteri resistenti agli antibioticiEmergenza nel Regno Unito, ma non solo, per la diffusione di infezioni da batteri resistenti agli antibiotici, che potrebbero causare in caso di epidemia fino a 200.000 contagi e 80 mila morti.

Lo prevede il governo britannico in un rapporto i cui contenuti appaiono oggi(6 aprile) sul quotidiano “The Guardian”, che lancia l’allarme sulla necessità di sviluppare nuovi antibiotici perché altrimenti anche le operazioni di routine potrebbero diventare procedure ad altissimo rischio. Il problema riguarderà seriamente anche le prossime generazioni. Infatti nel rapporto c’è scritto che “il rischio di nuove infezioni da batteri antibiotico-resistenti(AMR o Antimicrobial Resistance Infection) è destinato ad aumentare significativamente nel corso dei prossimi 20 anni”. Queste avvertenze sono contenute nel “National Risk Register of Civil Emergencies”. David Cameron ha dichiarato: “AMR è una minaccia reale e preoccupante che può riportare la medicina indietro nel Medioevo”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

BCE conferma fine Quantitative easing

Contributi erogati alla stampa per l’anno 2017