Studio USA scopre causa Alzheimer

Dagli Stati Uniti arriva la notizia della scoperta della possibile causa principale dell'Alzheimer.

Studio USA scopre causa AlzheimerTest statunitensi della “Duke University School of Medicine”, per ora solo su cavie da laboratorio, potrebbero contribuire alla lotta contro l’Alzheimer. Fra le cause della malattia, la formazione di placche fra le cellule neuronali, che rallentano il funzionamento delle cellule stesse fino alla demenza.

Nelle cavie si è osservata la comparsa delle placche in concomitanza con l’aumentato consumo dell’amminoacido arginina da parte delle cellule immunitarie(microglia) del paziente. Quando il consumo di arginina si è normalizzato somministrando ai topi l’inibitore enzimatico DFMO, le microglia sono diminuite, così come le placche. Carol Colton, l’autrice della ricerca, ha dichiarato: “Il consumo esagerato di arginina da parte delle cellule immunitarie è risultato importantissimo nei processi patologici della malattia, quindi impedendolo si potrebbe curarla”. Si tratta di uno studio preliminare che lascia però intravedere nuovi possibili bersagli d’azione per rallentare l’Alzheimer. Oggi non esistono farmaci in grado di fermare e far regredire la malattia e i trattamenti disponibili puntano semplicemente a contenere i sintomi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia