BCE: Divergenze strutturali minacciano euro

Le divergenze strutturali tra i paesi dell'Eurozona possono diventare pericolose ed esplosive per la moneta unica. Lo ha detto Mario Draghi.

Mario DraghiIl progetto euro rischia di fallire. Questa è la minaccia lanciata da Mario Draghi nel suo intervento alla conferenza “Verso i 60 anni dai Trattati di Roma: stato e prospettive dell’Unione Europea” svoltosi a Sintra, in Portogallo.

Il presidente della Banca Centrale Europea ha dichiarato: “In una unione monetaria non ci si può permettere di avere profonde e crescenti divergenze strutturali tra Paesi, perché queste tendono a diventare esplosive e possono minacciare l’esistenza dell’unione stessa, l’unione monetaria”. Questo scenario nefasto tuttavia può essere evitato, ma solo se i governi si svegliano. Draghi ha detto: “I banchieri centrali non vogliono essere invadenti e non vogliono dire ai governi cosa devono fare. Ora è il momento migliore per fare le riforme strutturali”. Il presidente della BCE ha aggiunto: “Oggi c’è una certa mancanza di politiche strutturali, che comprendono, ad esempio, la flessibilità delle riforme del mercato del lavoro o sistemi pensionistici pubblici”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

Scampia tagliata fuori dal trasporto pubblico

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Il business degli affidi

Sbarchi migranti in calo del 83,30%