Confesercenti: 50% famiglie non percepisce ripresa

Rimane alta la preoccupazione lavoro: 6 nuclei su 10 temono che un familiare possa perdere il posto.

50% famiglie non percepisce ripresaLa metà delle famiglie italiane non percepisce la ripresa. Il 56% dichiara una situazione finanziaria insoddisfacente, e per il 14% il reddito non basta a coprire le spese indispensabili. E’ l’ultima rilevazione trimestrale dell’indice Sef di Confesercenti e Swg, che misura su una scala da 1 a 100 la solidità economica percepita.

Il problema centrale resta la domanda interna. Non a caso ben sei famiglie su 10 temono che un familiare possa perder il lavoro; quasi due terzi degli italiani(il 71%) vedono in prospettiva consumi o immutati od in calo; e soprattutto emerge ancora il disagio sul piano dei redditi, con quasi la metà(il 47%) degli italiani che ogni mese riesce appena a  coprire  le spese. Le famiglie con meno problemi, che dichiarano un reddito sufficiente a vivere senza affanni, sono il 38%. Mentre  solo il 2% proclama di avere un reddito che permette alla famiglia di vivere agiatamente, potendosi concedere anche dei lussi. Dagli indicatori emerge che per gli italiani la percezione della qualità della vita è insostenibile per 1 famiglia su 5(il 21%), accettabile per il 34% degli intervistati e soddisfacente solo per il restante 45% del campione.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia