Ocse: 1% italiani ha il 14,3% ricchezza

Il nostro Paese ha la minore percentuale di famiglie indebitate, sono il 25,2% , rispetto al 46,8% della Francia e al 47,4% della Germania. La ricchezza in Italia è distribuita in modo disomogeneo.

1% italiani ha il 14,3% ricchezzaL’1% più ricco della popolazione possiede il 14,3% della ricchezza nazionale netta, il triplo rispetto al 40% più povero, che detiene solo il 4,9%. Così il rapporto Ocse sulle diseguaglianze. La crisi ha inoltre accentuato le differenze, dato che la perdita di reddito disponibile tra il 2007 e il 2011 è stata ben più elevata(-4%) per il 10% più povero della popolazione rispetto al 10% più ricco(-1%).

La ricchezza in Italia è distribuita in modo disomogeneo: il 20% più ricco detiene infatti il 61,6% della ricchezza, e il 20% appena al di sotto il 20,9%. Il restante 60% si deve accontentare del 17,4% della ricchezza nazionale, con appena lo 0,4% per il 20% più povero. I bambini sono il gruppo di età con la più alta incidenza di povertà(17% contro una media Ocse del 13%). Dal 1990, la crescita occupazionale è stata generata per lo più dai lavori atipici: l’aumento del 26,4% del tasso di occupazione tra il 1995 e il 2007 è costituito da lavoro autonomo, contratti a termine e part time.

Il tasso di povertà delle famiglie di lavoratori atipici è al 26,6%, quello delle famiglie di lavoratori stabili è al 5,4%. Per le famiglie di disoccupati il tasso arriva al 38,6%. Sempre dal rapporto Ocse emerge che l’Italia è il Paese Ocse con la minor percentuale di famiglie indebitate, il 25,2%, davanti a Slovacchia(26,8%), Austria(35,6%) e Grecia(36,6%), e ben lontana dai livelli delle altre due grandi economie dell’eurozona, Francia(46,8%) e Germania(47,4%), della Gran Bretagna(50,3%) e degli Stati Uniti(75,2%).

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?

Migranti aggrediscono troupe Rai

Il caso della stazione Hirpinia dell’Alta Velocità Napoli-Bari

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano