La sciocchezza di Renzi: Disoccupazione giovanile colpa della scuola

Insegnanti in piazza per protestare contro la riforma della scuola. Sindacati uniti dopo 7 anni. Per Renzi la disoccupazione giovanile è colpa del modello scuola.

Matteo RenziIn 100 mila, secondo gli organizzatori, al corteo di Roma per lo sciopero generale della scuola contro il disegno di legge del governo. Cortei anche in altre 6 città(Aosta, Bari, Cagliari, Catania, Milano, Palermo), con Cgil, Cisl, Uils, Snals, Gilda in piazza insieme dopo 7 anni. Gli studenti hanno aderito alla protesta.

Perché uno sciopero di queste dimensioni non si vedeva da 7 anni? A Radio 24 il ministro Stefania Giannini ha dichiarato: “Perché da 7 anni non ci si occupava di scuola per cambiarla”. La donna è la stessa che ha definito “squadristi” i docenti che protestano. Ma la vera “perla” è stata detta da Matteo Renzi a Bolzano: “Il modello che c’è nel resto d’Italia non funziona. Se abbiamo il 44% di disoccupazione giovanile facciamo soltanto la faccia triste quando vediamo i dati o proviamo a cambiare il sistema? In Europa, gli unici modelli in cui funziona la lotta alla dispersione scolastica ed è bassa la disoccupazione giovanile sono quelli in cui c’è l’alternanza scuola-lavoro, il sistema duale. Dobbiamo copiare l’Alto Adige”. In pratica Renzi ha fatto capire che la disoccupazione giovanile è colpa della scuola. I politicanti e alcuni media stanno facendo passare il messaggio che i giovani devono accettare di tutto come lavoro. E’ un discorso pericoloso, perché qualcuno potrebbe optare per la camorra. Per la cronaca, il premier gelataio è stato contestato anche a Bolzano.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia