Negli Stati Uniti ordini una pizza con un tweet

Negli Stati Uniti basterà un tweet per ordinarsi una pizza da mangiare a casa o in ufficio. L'iniziativa è di Domino's.

Pizza Margherita

La pizza è uno dei prodotti gastronomico più apprezzati dai cittadini di questo mondo. Fino a qualche anno fa potevi mangiare la pizza solo se andavi in una pizzeria. Negli anni ‘90 alcuni commercianti hanno lanciato il servizio della pizza a domicilio: basta una telefonata e la pizza arriva a casa.

Negli Stati Uniti c’è già qualche pizzeria che accetta ordinazioni attraverso il proprio sito web, una è la catena “Domino’s”. Il colosso americano per le pizze a domicilio ha capito che sulla Terra ci sono tante persone pigre. Per questo motivo il 20 maggio 2015 lancerà un nuovo servizio che consentirà agli utenti di ordinare una pizza con un semplice tweet. Per qualcuno è solo un’iniziativa pubblicitaria per far parlare di sé, ma per ora il lancio pare autentico. Come funziona il servizio? I clienti più assidui non dovranno far altro che inviare all’account @dominos l’icona(emoji in gergo) della pizza. Per usufruire del servizio bisogna registrarsi al portale online di Domino’s e collegare il proprio account Twitter. Quando l’utente invierà il tweet con l’icona della pizza riceverà un messaggio diretto per confermare l’ordine e la pizza arriverà a domicilio.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il modello di integrazione di De Magistris

Maxi operazione contro IPTV illegali

Renzi lascia il PD

Concorso per Vigili Urbani del Comune di Napoli

Bankitalia: Debito pubblico a 2.409,9 miliardi. E’ record

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio