Vincenzo De Luca tra i 17 impresentabili

I nomi appartengono a candidati nelle regioni Puglia(4) e Campania(13). C'è anche Vincenzo De Luca, candidato del PD alla presidenza della Regione Campania.

Maria Elena Boschi e Vincenzo De LucaSono 17 i candidati alle regionali cosiddetti “impresentabili” indicati dalla commissione parlamentare Antimafia. La lista dei 17 impresentabili, candidati in Campania(13) e Puglia(4), è stata resa nota da Rosy Bindi, presidente dell’Antimafia. Tra gli impresentabili c’è anche Vincenzo De Luca, candidato del Partito Democratico alla presidenza della Regione Campania.

Gli altri impresentabili in Campania: Antonio Ambrosio(Forza Italia), Luciano Passariello(Fratelli d’Italia), Sergio Nappi(Caldoro presidente), Fernando Errico(Ncd-Campania Popolare), Alessandrina Lonardo(Forza Italia), Francesco Plaitano(Popolari per l’Italia), Antonio Scalzone(Popolare per l’Italia), Raffaele Viscardi(Popolari per l’Italia), Domenico Elefante(Centro Democratico-Scelta Civica), Biagio Iacolare(Udc), Carmela Grimaldi(Campania in rete) e Alberico Gambino(Meloni-Fratelli d’Italia-An). Ieri(28 maggio), Fabio Ladisa(Popolari per Emiliano), Enzo Palmisamo(Movimento per Schittulli), Giovanni Copertino(Forza Italia) e Massimiliano Oggiano(Lista Oltre con Fitto),  i 4 impresentabili in Puglia finiti nel mirino dell’Antimafia, hanno fatto sapere che non si ritireranno dalla corsa elettorale. Oggi è intervenuto anche il premier Matteo Renzi: “Mai visto dibattito così autoreferenziale e lontano dalla realtà come quello sui candidati impresentabili. Perché sono pronto a scommettere che come tutti sanno ma nessuno ha il coraggio di dire nessuno di loro – nessuno! – verrà eletto. Sono quasi tutti espressioni di piccole liste civiche”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Donna intubata sommersa dalle formiche

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo