Negoziati falliti per debito Grecia

Sono terminate con un nulla di fatto dopo due giorni di negoziato le nuove discussioni tra i negoziatori greci e le controparti internazionali.

GreciaFallite le trattative del fine settimana a Bruxelles per risolvere la crisi del debito greco prima della riunione dell’Eurogruppo del 18 giugno. Annika Breidthardt, portavoce dell’esecutivo, ha dichiarato: “Il negoziato non è riuscito, poiché resta una significativa distanza tra i piani delle autorità greche e le richieste di Commissione UE, BCE e FMI”.

Perché i negoziati sono falliti? L’ha spiegato il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis al canale greco Alpha TV: “La Grecia non firmerà un accordo che non funzionerà. Un avanzo primario pari all’1% del PIL, raggiungibile a marzo, non è più possibile per le critiche condizioni di liquidità. E’ necessaria una ristrutturazione del debito in modo che Atene possa ritornare sui mercati”. Nonostante ciò, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker resta fiducioso e crede che si troverà una soluzione per la crisi greca entro la fine del mese. Non la pensa così invece il ministro dell’Economia tedesco, Sigmar Gabriel: “L’ombra di una uscita della Grecia dall’euro sta diventando sempre più visibile. La Germania non si farà ricattare”. L’Unione Europea fa acqua da tutte le parti.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

CheBanca! non funziona

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

CheBanca! con problemi tecnici

L’amministrazione del degrado di De Magistris

Voragine in via Masoni

Inps: 3,3 milioni di lavoratori pubblici nel 2018