Tasi: Il 16 giugno scade termine per pagare acconto

Il 16 giugno scade il termine per pagare la prima rata della Tasi 2015. Il web è il modo più semplice per sapere la quota da pagare e come compilare il modello F24.

NapoliIl 16 giugno 2015 scade il termine per pagare l’acconto Tasi 2015, la tassa sulla prima casa finalizzata ad assicurare ai Comuni la copertura dei costi relativi a strade, fogne, illuminazione pubblica e altri servizi. Quest’anno i sindaci hanno tempo fino al 30 luglio 2015, termine di approvazione del bilancio comunale, per decidere aliquote, detrazioni, tariffe tributi locali.

Il Comune di Napoli non ha ancora approvato le deliberazioni relative alle aliquote di imposta. In ogni caso, alla luce della normativa vigente, il contribuente è tenuto al pagamento dell’imposta Tasi 2015 dovuta in acconto applicando le aliquote deliberate dall’Ente per il 2014. In sede di saldo il contribuente verserà, a conguaglio, le somme ancora dovute calcolate sulla base delle aliquote deliberate dal Comune di Napoli. Con la scadenza della prima rata della Tasi, i Comuni incasseranno circa 2,3 miliardi di euro, di cui 1,6 relativi alla prima abitazione. Come si calcola la Tasi?

Bisogna avere tre dati: rendita catastale, categoria catastale e aliquota d’imposta della Tasi. Quest’ultima è al 2,5 per mille, ma i Comuni potranno aumentare questa aliquota fino al 3,3% per mille. Il dato della rendita catastale si trova sull’atto di proprietà dell’immobile oppure consultando il servizio di visure catastali dell’Agenzia delle Entrate che è diventato gratuito per gli immobili di cui il soggetto richiedente risulti titolare. Il secondo passaggio è la rivalutazione della rendita catastale del 5%. La categoria catastale serve per conoscere il valore da moltiplicare alla rendita catastale rivalutata.

Il valore va moltiplicato all’aliquota d’imposta della Tasi. Alla cifra ottenuta vanno sottratti le detrazioni previste dai vari Comuni. Il versamento della Tasi è possibile solo tramite Modello F24 o bollettino di conto corrente postale. Il codice tributo è 3958, a questo va aggiunto anche il codice catastale del Comune. Per rendere più facile la vita al contribuente, il sito amministrazionicomunali.it ha messo a disposizione un servizio per calcolare la Tasi e stampare il modello F24. Consiglio di dare un’occhiata anche al sito del Comune di residenza.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Donna intubata sommersa dalle formiche

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo