UE: Roaming abolito da giugno 2017

La Commissione europea trova l'accordo per l'abolizione del roaming a partire dalla metà di giugno 2017. L’intesa tutela anche la net neutrality.

Donna in vacanzaDopo una maratona negoziale di ore, a Bruxelles è stato raggiunto un accordo per l’abolizione del roaming a partire dalla metà di giugno 2017. In origine la fine del roaming era stata prevista per il 2018. L’intesa prevede anche che dalla fine di aprile del prossimo anno ci sarà un taglio dei costi.

I tetti attualmente in vigore quando si va all’estero saranno rimpiazzati da un sovraprezzo massimo di 0,05 euro al minuto per le chiamate, 0,02 per gli sms e 0,05 per megabyte per i dati. L’intesa è stata raggiunta dopo un anno e mezzo di blocco per l’opposizione di molti gestori telefonici. L’accordo prevede una clausola di uso equo del roaming per prevenire eventuali abusi da parte chi utilizzasse all’estero il proprio numero per motivi diversi dal viaggiare.  In questo caso verranno introdotte clausole di salvaguardia che consentiranno agli operatori di recuperare i costi. L’intesa tutela anche la net neutrality. Gli operatori dovranno trattare in modo equo tutto il traffico sul web, consentendo il rallentamento di alcuni servizi solo in casi limitati come per esempio un cyber-attacco o se si congestiona la rete.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia

Salvini prosegue linea Renzi sui termovalorizzatori

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo