Windows 10 arriva il 29 luglio. Parte prenotazione aggiornamento

Microsoft ha ufficializzato la data di disponibilità di Windows 10. Parte la prenotazione dell'aggiornamento al nuovo sistema operativo.

La prenotazione di Windows 10Un paio di giorni fa, Microsoft ha rilasciato tramite Windows Update l’aggiornamento KB3035583. Non si tratta di update di sicurezza ma di una notifica agli utenti Windows 7, Windows 8 e Windows 8.1 tramite la quale la casa di Redmond invita a prenotare l’aggiornamento gratuito a Windows 10, il nuovo sistema operativo di Microsoft. Il download avrà un peso di 3 GB.

Il box di dialogo che appare cliccando sull’icona di notifica nella tray area permette di verificare se il proprio PC o notebook è pronto per Windows 10 e informa l’utente sulle novità del nuovo sistema operativo, dall’assistente personale digitale Cortana al ritorno del menu Start e al browser Edge. Windows 10 arriverà in Italia e in altri 189 Paesi il 29 luglio 2015, data a partire da cui potrà essere scaricato dagli utenti. Come anticipato da Microsoft, l’aggiornamento a Windows 10 sarà gratuito per un anno: chi ne approfitterà avrà diritto agli update senza costi aggiuntivi per l’intera durata del ciclo di vita del proprio dispositivo. Terry Myerson, vicepresidente esecutivo di Microsoft, ha dichiarato: “Windows 10 è una nuova generazione di Windows sviluppata per permettere alle persone di fare grandi cose. Con questo aggiornamento abbiamo voluto iniziare a rendere concreta la nostra visione di personal computing, una visione definita attraverso la protezione e il rispetto delle informazioni personali, le esperienze di mobility tra più dispositivi e le interazioni naturali con tutti i device Windows tra cui il comando vocale, gestuale, la scrittura e gli ologrammi”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Ex scuola Salvo D’Acquisto è un rudere

Come richiedere rimborso canone a SELAV

Il caos dell’illuminazione votiva a Napoli

16,2 miliardi da lotta a evasione fiscale nel 2018

Senegalese dirotta autobus a Milano

De Magistris: Reddito di cittadinanza ingannevole