Assalto migranti a Eurotunnel

Francia e Gran Bretagna compatte con l'obiettivo di rafforzare la sicurezza del tunnel sotto la Manica, dopo l'ennesimo assalto di migliaia di migranti.

MigrantiNuovo assalto all’Eurotunnel, la notte scorsa, da parte di circa 1.500 migranti che cercavano di entrare nel Regno Unito. Uno di loro, un sudanese, è morto travolto da un tir.

Il premier britannico Cameron ieri aveva definito “molto preoccupante” l’assalto di altri 2.200 immigrati all’Eurotunnel che collega Calais, in Francia, a Dover in Gran Bretagna. Il governo del Regno Unito lavora in stretto contatto con le autorità francesi. La ministra dell’Interno britannica Theresa May ha dichiarato: “Stiamo lavorando molto duramente con le autorità francesi e con il Gruppo Eurotunnel per garantire un innalzamento dei livelli di sicurezza”. La Gran Bretagna stanzierà altri 7 milioni di sterline che saranno usati per costruire una recinzione di 2 chilometri all’imbarco a Coquelles, nel Nord della Francia, e che si andranno ad aggiungere ai 15 milioni già stanziati in precedenza. Dal canto suo, la Francia potenzierà il dispositivo di polizia con altri 120 agenti. Tutti si commuovono quando c’è una strage ma nessuno vuole i migranti sul proprio territorio. Questa è l’Europa. A voi piace?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Afro-Napoli ha svincolato tutte le calciatrici

La tariffa unica per l’assicurazione RC auto

Muro del bosco di Capodimonte a rischio crollo

Moody’s taglia rating Italia a Baa3