Istat: A giugno inflazione a +0,2%

L'inflazione a giugno 2015 sale allo 0,2%. Lo comunica l'Istat. L’inflazione acquisita per il 2015 si attesta a +0,2%.

Indice generale NIC. Giugno 2015Nel mese di giugno 2015, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività(NIC), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,2% sia rispetto al mese precedente sia nei confronti di giugno 2014, registrando una lieve accelerazione rispetto alla crescita tendenziale rilevata a maggio(+0,1%). E’ quanto risulta dalle rilevazioni dell’Istat.

Al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, l’inflazione di fondo è stabile allo 0,6%; stabile anche l’inflazione al netto dei soli beni energetici(+0,8%). L’aumento su base mensile dell’indice generale è da ascrivere principalmente all’aumento dei prezzi dei servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona(+0,4%) e dei servizi relativi ai trasporti(+0,2%). Rispetto a giugno 2014, i prezzi dei beni fanno registrare una flessione pari a quella rilevata a maggio(-0,3%) e quelli dei servizi una crescita stabile allo 0,7%. I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona registrano una variazione congiunturale nulla e una crescita tendenziale stabile allo 0,8%. I prezzi dei prodotti ad alta frequenza di acquisto non variano su base mensile e aumentano dello 0,2% su base annua(da +0,3% di maggio). L’inflazione acquisita per il 2015 sale a +0,2%(era +0,1% a maggio).

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Migranti aggrediscono troupe Rai

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Donna intubata sommersa dalle formiche

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?