Renzi: Italiani non abbiano paura della Grecia

Il presidente del Consiglio tranquillizza gli italiani alla vigilia del referendum in Grecia. Ha ragione?

Matteo RenziAperti alle 7, le 6 ora italiana, i seggi per il referendum con cui il popolo greco dirà sì o no al piano dei creditori. I seggi chiuderanno alle 19, le 18 italiane. Gli occhi dell’Europa e del mondo sono puntati sulla consultazione, importante per il destino del governo della Grecia, ma anche per gli equilibri politici ed economici interni all’Unione Europea.

Sulla questione è intervenuto anche Matteo Renzi, da molti ribattezzato il cagnolino di Angela Merkel. Il premier italiano ha sparato le solite fuffate in libertà: “L’Italia non ha paura di conseguenze specifiche sul nostro Paese dal referendum greco. Tre quattro anni fa eravamo il problema con la Grecia, eravamo i compagni di sventura, adesso non è più così”. Il cagnolino “Renzius” ha aggiunto: “Riforme, ripartenza dell’economia, noi siamo dalla parte di quelli che cercano di risolvere i problemi, non siamo più il problema. Certo c’è una questione politica, la situazione è complessa, ma smettiamo di raccontare l’Italia come il malato d’Europa”. La Grecia ha Alexīs Tsipras, noi invece abbiamo un idiota formato premier. “Standard & Poor’s” afferma che un eventuale default della Grecia avrebbe un impatto di 11 miliardi di euro sul debito pubblico dell’Italia. A questa cifra vanno aggiunti altri 40 miliardi di euro prestati ad Atene tramite il fondo salva-stati ESM e accordi bilaterali.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

CheBanca! con disservizi

Flat tax con aliquota al 15% fino a 55 mila euro

OIM: 641.398 migranti in Libia

Perché si usa Facebook?