Afragola: Ikea costretto a chiudere per sciopero

Forte adesione dei dipendenti allo sciopero di tre giorni proclamato dai sindacati. La multinazionale svedese vuole tagliare gli stipendi.

Sciopero dei dipendenti all'Ikea di AfragolaDi nuovo caos all’Ikea di Afragola. Ieri(1 agosto) i dipendenti hanno aderito in massa allo sciopero di tre giorni proclamato dai sindacati. La multinazionale svedese ha resistito fino alle 19:30 ma alla fine è stata costretta a chiudere in anticipo lo store. I dipendenti manifestano a causa della rottura della trattativa sulla proposta aziendale di tagliare i salari.

Lo sciopero è iniziato in sordina, ma poi nel pomeriggio i manifestanti hanno messo in atto una serie di cortei all’interno dei saloni di esposizione di mobili e suppellettili, mentre centinaia di clienti affollavano tutto il negozio. Il caos alle casse è diventato ingestibile. Per questo motivo la direzione ha chiuso il negozio con 90 minuti di anticipo. Emanuele Montemurro, sindacalista della Uiltucs, ha dichiarato: “Hanno chiuso al pubblico l’accesso al negozio senza far uscire tutta la gente all’interno. Inoltre hanno utilizzato alle casse e nei reparti quadri, dirigenti e lavoratori interinali chiamati per sostituire gli scioperanti”. Lo sciopero dei dipendenti terminerà lunedì sera. Non è la prima volta che il negozio Ikea di Afragola chiude per sciopero. E’ successo anche l’11 luglio scorso, in occasione della seconda ondata di scioperi a livello nazionale.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Assessore Sardu fa l’interprete del consigliere extracomunitario

PD di Renzi considera 80 euro un totem

Goletta Verde: Inquinato 48% mare Italia

BCE: In Italia redditi da lavoro inferiori al periodo pre-crisi

Il crollo della Lira turca

Cgia: Cresce debito famiglie con banche