Stipendi statali più alti dei privati

L'ennesima indagine mette in risalto l’apartheid lavorativo esistente in Italia. Dipendenti pubblici tutelati e super pagati.

Donne al lavoroGli assegni degli statali, nel 2014, sono più alti del 23,4% rispetto ai privati. Resta ampio il gap tra i due settori, nonostante rispetto al 2000 si sia registrata una riduzione di 3,6 punti, per effetto del congelamento voluto dai governi che si sono succeduti negli ultimi anni. Lo dice l’Aran.

Le retribuzioni dei dipendenti della pubblica amministrazioni lo scorso anno risultano del 38,3% più alte rispetto all’inizio del secolo. La differenza di trattamento tra pubblico e privato è destinata a crescere nuovamente nei prossimi anni grazie allo sblocco dei contratti pubblici e al Jobs Act nel settore privato. La riforma del lavoro di Matteo Renzi serve solo per spingere verso il basso i salari dei dipendenti privati, l’esatto contrario di ciò che accade in Gran Bretagna. Lo scorso giugno anche la Cgia di Mestre ha messo a confronto le retribuzioni medie lorde dei dipendenti pubblici con quelle dei privati. Dai dati emerge una differenza di trattamento abissale tra dipendenti pubblici e privati. Ormai è chiaro a tutti che in Italia c’è l’apartheid lavorativo.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Bankitalia: Debito pubblico a 2.358,8 miliardi

Spari in ospedale a Napoli

Il cantiere morto di piazza Mercato

Meno tasse per tutti

Prima rata Tari 2019 scade il 30 giugno

A Piazza San Domenico Maggiore regna l’inciviltà