Francia chiede inchiesta UE su caso Volkswagen

Mentre il titolo del colosso tedesco continua a perdere valore a Francoforte, si temono ripercussioni fuori dagli USA e su tutto il mercato diesel.

Volkswagen GolfLa Francia ha sollecitato un’inchiesta a livello europeo dopo la rivelazione che la casa automobilistica tedesca installava su determinati modelli diesel un programma per ingannare i controlli anti inquinamento negli Stati Uniti. Intanto prosegue il calo del titolo Volkswagen alla Borsa di Francoforte.

Secondo quanto riferisce “Bloomberg”, ammontano a 11 milioni nel mondo i veicoli Volkswagen con discrepanze nei motori diesel. Lucia Caudet, portavoce UE per il mercato interno, ha dichiarato: “Per il bene dei nostri consumatori e dell’ambiente, abbiamo bisogno di avere la certezza che l’industria rispetti scrupolosamente i limiti sulle emissioni delle auto. Stiamo prendendo la questione molto seriamente. Pronti ad andare fino in fondo”. Il ministro italiano dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha scritto all’amministratore delegato e direttore generale di Volkswagen Group Italia, Massimo Nordio, chiedendo informazioni sulle vetture vendute in Italia dalla casa tedesca. “Ho appreso con preoccupazione le risultanze delle indagini chiedendo elementi oggettivi sulla situazione in Italia e affermando che qualora necessario, se i dati risulteranno alterati anche da noi, si procederà a uno stop delle vendite”. Questo è quello che c’è scritto nella missiva.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Vicenda Afro-Napoli diventa caso nazionale

Quanto costa mantenere un’auto in Italia?