Il progetto Green Roof

Green Roof è un progetto che prevede che i tetti degli edifici di Parigi che ospitano attività commerciali vengano coperti con dei giardini alberati. E in Italia?

Green RoofL’ultimo trend in architettura? Rendere gli edifici sempre più vicini a madre natura. Tra qualche tempo, chi si trovasse a volare sopra Parigi e si affacciasse al finestrino potrebbe credere di sorvolare un bosco. Merito del progetto “Green Roof”, recentemente diventato legge, che prevede che i tetti degli edifici che ospitano attività commerciali vengano coperti con dei giardini alberati.

Lo scopo della legge non è quello di migliorare l’impatto estetico della città, quanto quello di ridurre i consumi energetici e migliorarne la vivibilità. Le piante infatti offrono un isolamento termico ai palazzi, riducendo il fabbisogno energetico per il riscaldamento invernale e il raffrescamento estivo, mentre trattenendo l’acqua piovana minimizzano il problema dello smaltimento delle acque di scolo. Inoltre, la presenza di aree verdi protette favorirebbe Bosco Verticale di Milanoanche la biodiversità cittadina, dando dimora a diverse specie di uccelli. Se le aspettative fossero confermate, l’obbligo potrebbe essere esteso anche agli stabilimenti industriali e agli edifici a uso residenziale, come già accade a Toronto. E in Italia? Nel nostro Paese spicca il Bosco Verticale di Milano. Di cosa si tratta? Sono due torri residenziali di 111 metri e 78 metri disegnate da Boeri Studio facenti parte del “Progetto Porta Nuova” inserito nel centro Direzionale. Ogni torre ha impiantato degli alberi, 550 arbusti tra i tre e i sei metri nella Torre E e 350 nella Torre D che aiuteranno ad assorbire polveri, smog e a produrre ossigeno.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli

Pivetti: Reddito di cittadinanza un’abominio sociale e morale

Cgia: Sud peggio della Grecia

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Vicenda Afro-Napoli diventa caso nazionale

Quanto costa mantenere un’auto in Italia?