OMS fa marcia indietro: Carni rosse non pericolose come sigarette

"Non volevamo creare allarme: una bistecca non provoca il cancro". E' quello che ha detto Kurt Straif, responsabile dello IARC.

Una donna mangia la carne cruda“L’annuncio sulla pericolosità delle carni rosse non era allarmista, i rischi sono stati identificati”. Lo ha affermato Kurt Straif a capo del Programma Monografie dell’Agenzia internazionale per la Ricerca sul Cancro(IARC) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità(OMS).

L’annuncio dell’OMS ha scatenato un putiferio in Italia, con i vegetariani che hanno preso la palla al balzo per attaccare i carnivori. Nessuno l’ha notato, ma l’OMS ha sottolineato che qualsiasi prodotto consumato in maniera eccessiva può provocare danni alla salute. La dieta mediterranea si basa sul presupposto che ognuno degli alimenti in essa contenuti vadano consumati in modo limitato e soprattutto equilibrato. Ma torniamo alle dichiarazioni di Straif. Il capo dell’IARC ha detto: “Si tratta di rischi di piccola grandezza rispetto ad altri cancerogeni come il fumo delle sigarette. E comunque l’OMS non ha detto di smettere di mangiare carne lavorata ma di ridurne l’uso, come indicato in una Raccomandazione del 2002. Il report finale dell’OMS sarà disponibile a metà del 2016 ed esporrà le medesime conclusioni”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia