Prodotta pelle artificiale con tatto

Ricercatori americani sono riusciti a produrre una pelle artificiale sperimentale capace di percepire gli oggetti.

Pelle artificialeRicercatori statunitensi sono riusciti a produrre una pelle artificiale sperimentale capace di percepire gli oggetti, che potrebbe un giorno permettere alle persone che utilizzano una protesi di avere una sensazione vicina al tatto.

Gli scienziati sperano inoltre che questa tecnologia, ai primi stadi di sviluppo, possa migliorare il controllo della protesi e minimizzare la sensazione dell’arto fantasma, che colpisce circa l’80% degli amputati. Il lavoro dell’Università di Stanford, California, è stato pubblicato sulla rivista “Science”. Gli autori dello studio spiegano di aver utilizzato circuiti organici flessibili e sensori di pressione per riprodurre la sensibilità della pelle. Inoltre hanno precisato di essere riusciti a trasmettere questi segnali sensoriali a cellule cerebrali in laboratorio attraverso l’optogenetica, una nuova branca della ricerca che combina l’ottica e la genetica.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?

Migranti aggrediscono troupe Rai

Il caso della stazione Hirpinia dell’Alta Velocità Napoli-Bari

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano