Cosa fanno due vigilesse in via Toledo?

In periferia si forma un ingorgo a croce uncinata ad ogni incrocio. I vigili urbani non si vedono da mesi. Che fine hanno fatto?

Due vigilesse in via ToledoNel 1984 arrivava nelle sale italiane il film “Così parlò Bellavista”. Nella prima scena(video) c’è un tassista(Tommaso Bianco) che spiega ad un milanese(Renato Scarpa) il significa della frase “ingorgo a croce uncinata”.

Alla fine, il conducente del taxi spera nell’intervento di un Vigile Urbano per sgrovigliare la matassa di auto. A 31 anni di distanza si formano ancora gli ingorghi a croce uncinata, soprattutto nelle zone periferiche. Una domanda sorge spontanea: perché non ci sono i vigili? In periferia gli uomini in divisa sono ormai diventati una rarità. Che fine hanno fatto? Nel film, i due protagonisti scoprono che uno è al bar a gustarsi un bel caffè. Io, invece, ho scovato due vigilesse in via Toledo(foto) mentre prendevano l’aria nella zona interdetta al traffico. Cosa fanno? Vanno avanti e indietro in cerca di trasgressori, o almeno così dovrebbe essere. Durante il “pedinamento”, infatti, ho notato uno scooter con il passeggero senza casco, ma le due vigilesse continuavano a chiacchierare imperterrite come se nulla fosse. Perché i vigili urbani vengono utilizzati come turisti?

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia