Eures: 152 donne uccise da compagni nel 2014

Sono 152 i femminicidi commessi in Italia nel corso del 2014, un dato in calo rispetto al numero record del 2013.

Femminicidi in calo nel 2014Nel 2014 sono state 152 le donne uccise nel nostro Paese, vale a dire il 31,9% delle vittime totali. Nel 1990 le donne rappresentavano appena l’11,1% delle vittime totali. Il numero di donne uccise è in calo del 15,3% rispetto al numero record del 2013. A livello territoriale la casistica fa segnare un -43% di casi al sud e un contestuale aumento dell’8,3% al nord.

Così il terzo rapporto sul Femminicidio in Italia dell’Eures Ricerche Economiche e Sociali. A livello regionale il più alto numero di femminicidi si rileva in Lombardia(30). Al secondo posto ci sono Sicilia e Lazio con 19 vittime. Nessun femminicidio si conta in Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Molise e Valle d’Aosta. Nel 94% dei casi la morte di una donna avviene per mano di un uomo e nel 77% di un familiare. Nel 2014 il 100% dei femminicidi a causa della decisione delle donne di interrompere una relazione. In tale contesto, un dato particolarmente allarmante riguarda la mancata risposta sociale e istituzionale alla domanda di aiuto implicitamente o esplicitamente espressa dalle donne vittime di violenza che nel 19,1% dei casi le avevano raccontate a terze persone e nel 10,6% le avevano addirittura denunciate: si tratta in primo luogo di violenze fisiche(23,5%), ma anche psicologiche(20,6%) o di altre vessazioni(11,8%).

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Donna intubata sommersa dalle formiche

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo