Inps: Reddito minimo garantito per over 55

Le risorse per la lotta povertà verranno da 250 mila pensionati d’oro. Tra possibili perdenti anche 4 mila percettori di vitalizi per cariche elettive.

Tito BoeriL’Inps propone di contrastare la povertà degli over 55 e di favorire il turnover attingendo ai pensionati d’oro. “Tra i potenziali perdenti anche circa 250 mila percettori di pensioni elevate”, chiarisce l’Istituto. A cui si aggiungerebbero, sottolinea, “più di 4 mila percettori di vitalizi per cariche elettive”.

Per quanto riguarda poi il sostegno di inclusione attiva, la proposta consiste nell’istituire un reddito minimo garantito pari a 500 euro al mese per una famiglia con almeno un componente over 55. E’ la fascia di età in cui la povertà è aumentata proporzionalmente di più rispetto alle altre classi di età durante la Grande Recessione e la crisi del debito nell’area Euro. Le persone povere disoccupate con più di 55 anni sono infatti più che triplicate nell’arco di sei anni. La famiglia di riferimento è il nucleo allargato così come definito ai fini Isee. Questo significa che non solo l’ultra 55enne, ma anche eventuali figli disoccupati beneficiano del trattamento. La proposta è in un complesso di norme formato da 16 articoli, che tocca il sistema previdenziale e assistenziale, tra cui flessibilità e pensioni di sindacalisti, riordino prestazioni collegate al reddito, ricalcolo vitalizi. Il piano abbatte del 50% la povertà fra chi ha più di 55 anni e non ha ancora maturato i requisiti per la pensione. I vari tagli porterebbero 1,2 miliardi di euro per mettere in atto la proposta.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

L’amministrazione del degrado di De Magistris

La caduta del muro di Berlino

Il parcheggio abbandonato dal Comune di Napoli

Voragine in via Masoni

Il caso ex Ilva di Taranto

Tariffe votive anno 2019 Comune di Napoli