Napoli: In autobus si viaggia come bestie

La situazione del trasporto pubblico a Napoli è ulteriormente peggiorata I passeggeri sono costretti a viaggiare negli autobus ammassati come sardine. Guarda il video.

Passeggeri ammassati in autobus“Il fallimento del trasporto pubblico”. Questo è quello che disse Riccardo Iacona un anno fa in una puntata di “Presa Diretta” dedicata a Napoli. Il capoluogo campano è una delle città più densamente popolate d’Europa: 8.167 abitanti per km/q.

In condizioni normali il trasporto pubblico sarebbe già complicato, figuriamoci ora con un autobus su due che non esce in strada. E quelli che escono spesso sono in pessime condizioni. Un paio di mesi fa mi è capitato di salire su un autobus che aveva un malfunzionamento della porta posteriore. Dopo due giorni presi di nuovo lo stesso pullman con il medesimo problema. Ma non finisce. La settimana scorsa sono salito su un autobus che non aveva la guarnizione di protezione sulla porta centrale(foto). Il problema non riguarda solo Porta di un autobusla sicurezza, ma anche il confort dei passeggeri. L’altro giorno alcune persone hanno atteso circa 90 minuti l’arrivo dell’autobus di linea C67. Una volta saliti a bordo, la gente si è ritrovata ammassata come sardine, come dimostra il video allegato.

A Napoli ormai abbiamo un trasporto pubblico da Terzo mondo, ringraziamo il sindaco del nastrino rosso Luigi de Magistris. All’inizio di settembre l’ANM ha concluso le procedure di gara per l’acquisto di 60 nuovi autobus alimentati a gasolio. I primi pullman arriveranno solo nella primavera 2016 e consentiranno di sostituire oltre il 15% della flotta bus in dotazione. Un po’ poco, se consideriamo lo stato pietoso in cui sono gli autobus circolanti. De Magistris ha dichiarato: “Si tratta del primo step del piano di ammodernamento della flotta bus dedicata al trasporto pubblico che prevede la sostituzione, entro il 2017, di oltre il 50% dei mezzi”. Peccato che questo piano doveva essere fatto ad inizio legislatura, non a pochi mesi dalle elezioni.

"Il fallimento del trasporto pubblico". Questo è quello che disse Riccardo Iacona un anno fa in una puntata di PresaDiretta dedicata a #Napoli e Roma. Oggi la situazione è ulteriormente peggiorata, con passeggeri costretti a viaggiare negli autobus ammassati come sardine. A Napoli ormai abbiamo un trasporto pubblico da Terzo mondo, ringraziamo il sindaco del nastrino rosso Luigi de Magistris. Vergogna!

Posted by Massimo Russo on Lunedì 16 novembre 2015

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia

Salvini prosegue linea Renzi sui termovalorizzatori

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo