Unicredit taglia 6.900 posti in Italia

Il gruppo bancario annuncia un piano di esuberi nel nostro Paese, che prevede anche la chiusura di 800 filiali tra Italia, Germania ed Austria.

UnicreditIn Italia Unicredit taglierà 6.900 posti di lavoro entro il 2018. E’ quanto emerge dalle slide diffuse prima della presentazione agli analisti. Nel dettaglio, 5.800 tagli saranno nella banca commerciale e 1.100 nei corporate.

Il nuovo piano prevede complessivamente 18.200 tagli di personale includendo la vendita della controllata in Ucraina e la joint venture con Pioneer. L’amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha dichiarato: “Abbiamo approvato un piano rigoroso e serio e al tempo stesso ambizioso, un piano totalmente autofinanziato”. A Marzo scorso, lo stesso Ghizzoni aveva ipotizzato un taglio di personale di 8.500 unità, per tutto il gruppo, non solo nel nostro Paese. Il Gruppo annuncia la riduzione del numero di filiali di circa 800 unità entro il 2018 nel Commercial Banking in Italia, Germania e Austria, dopo aver già realizzato una riduzione di 928 filiali da gennaio 2014 a settembre 2015. Nel 2018 la forza lavoro ammonterà a 111 mila posti a tempo pieno.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Bankitalia: Debito pubblico a 2.358,8 miliardi

Migrazione vietata su rete Open Fiber

A Piazza San Domenico Maggiore regna l’inciviltà

Il 26 maggio 2019 si vota per le Europee

Terremoto a Barletta di magnitudo 3.9

Spari in ospedale a Napoli