Istat: Una famiglia su 3 non accede a web

Un terzo delle famiglie italiane non ha ancora accesso a Internet. Lo ha sottolineato l’Istat nel report “Cittadini, imprese e ICT”.

WebUn terzo delle famiglie italiane non ha ancora accesso a Internet. Lo rileva l’Istat nel report “Cittadini, imprese e ICT”, sottolineando comunque che tra il 2010 e il 2015 l’aumento degli accessi è passato dal 52,4% al 66,2%. Stabile la quota di famiglie che accede al web esclusivamente mediante banda larga fissa, circa 1 su 3, mentre crescono quelle con solo banda larga mobile, dal 6,6% al 18,6%.

A livello europeo l’Italia si colloca tra gli ultimi 6 paesi nella graduatoria per diffusione della banda larga con un valore pari al 74%. In questi anni il nostro Paese ha comunque fatto registrare un incremento medio annuo più elevato della media UE28(+4%), riducendo così il divario. A livello territoriale le differenze tra le regioni sono ancora notevoli nel 2015, a vantaggio del Centro e del Nord Italia; laddove si sono ridotti(ad esempio in Molise e Campania) è per l’aumento del numero di famiglie che accedono a Internet mediante una connessione mobile. Tra le famiglie resta un forte divario digitale da ricondurre a fattori generazionali, culturali e sociali; le più connesse sono quelle in cui è presente almeno un minorenne: l’88,3% di queste ha un collegamento a banda larga e usa maggiormente ADSL, DSL, Fibra ottica, oppure una combinazione di tecnologie fisse e mobili; le meno connesse sono le famigle composte solo da ultrasessantacinquenni, fra queste solo il 18% dispone di una connessione a banda larga.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Comune Napoli affida a Citelum gestione luci votive

La Vela verde non è stata demolita

La propaganda di De Magistris sui lavoratori Whirlpool

La bomba ambientale nell’ex ICM di via nuova delle Brecce

In vigore dazi Stati Uniti contro UE

Il lago di munnezza a Scampia