Ocse: Italia quinta per pressione fisco

Nel 2014 la pressione fiscale in Italia è calata di 0,3 punti percentuali. Il dato emerge da un rapporto annuale dell'Ocse.

Pressione fiscaleLa pressione fiscale in Italia cala leggermente attestandosi nel 2014 al 43,6% dal 43,9% del 2013. Lo rileva un rapporto dell’Ocse. La pressione fiscale media nell’area Ocse è pari nel 2014 al 34,4%, in aumento di 0,2 punti percentuali. E’ il valore più alto mai registrato da quando l’Ocse ha iniziato la misurazione della pressione fiscale nel 1965.

L’Italia è al quinto posto per livello di pressione fiscale tra gli Stati membri per cui sono disponibili i dati(30 su 34). Davanti al nostro Paese ci sono solo Danimarca(50,9%), Francia(45,2%), Belgio(44,7%) e Finlandia(43,9%). Messico(19,5%) e Cile (19,8%) hanno la pressione fiscale più bassa tra i paesi dell’Ocse. Sono seguiti da Corea, che ha il rapporto più basso tra i paesi terzi Ocse al 24,6%, e gli Stati Uniti al 26,0%. Gli incrementi maggiori tra il 2013 e il 2014 si sono registrati in Danimarca(3,3%) e Islanda(2,8%). La pressione fiscale è calata maggiormente in Norvegia(-1,4%) e Repubblica Ceca(-0,8%).

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia