Tonfo del petrolio

Petrolio sotto quota 38 dollari dopo decisione Opec su tetto produzione. Perchè il prezzo dei carburanti non cala?

L'andamento del prezzo del petrolio negli ultimi 2 anniPrezzo del petrolio a picco dopo la decisione dell’Opec di mantenere la produzione invariata nonostante il tracollo delle quotazioni, scese del 60% nel corso degli ultimi 18 mesi. Il greggio Wti scivola sotto quota 38 dollari al barile nelle quotazioni alla Borsa di New York. Il Texas West Intermediate ha toccato un minimo di 37,96 dollari, sfiorando un calo del 5%, per poi risalire sopra quota 38 dollari(-4,7% a 38,1). Tonfo anche per il brent che cede il 4% a 41,26 dollari, ai minimi da marzo 2009. Una domanda sorge spontanea: perché in Italia il prezzo dei carburanti non cala? Tutto colpa dello Stato, che usa le pompe come bancomat.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Il modello di integrazione di De Magistris

Maxi operazione contro IPTV illegali

Renzi lascia il PD

Bankitalia: Debito pubblico a 2.409,9 miliardi. E’ record

La guerra che fa salire il prezzo del petrolio

Italia Viva è copyright De Luca