Ferrari debutta a Piazza Affari

Ferrari debutta in Borsa a 43 euro, poi scivola. A Piazza Affari presente anche il premier Renzi.

La Ferrari arriva a Piazza Affari a MilanoPalazzo della Borsa rosso Ferrari, con le bandiere della Casa di Maranello sulla facciata. A Milano per il debutto del titolo, anche il premier Matteo Renzi. Presenti i vertici di Ferrari, FCA e Exor, la holding della famiglia Agnelli, tra cui Elkann e Sergio Marchionne.

Davanti al palazzo, come era avvenuto a New York in occazione della quotazione a Wall Street, è esposta l’intera gamma Ferrari La campanella segna l’inizio delle contrattazioni e la Rossa comincia l’avventura a Piazza Affari. Ferrari debutta a Piazza Affari a 43 euro per azione, poi scivola sotto i 42 euro e vengono sospese le contrattazioni. “Con la quotazione si è aperto un nuovo capitolo. E’ un nuovo traguardo, una nuova partenza”. Così il presidente Ferrari Marchionne dopo il debutto della Casa di Maranello in Borsa. “E’ iniziato l’anno del ritorno in vetta. La squadra c’è, è forte”, dice del futuro di Ferrari in Formula 1. Il premier Renzi ha dichiarato: “In bocca al lupo alla Ferrari, marchio che è storia, il suo esempio sia seguito da altre realtà”. Il segretario del Partito Democratico ha aggiunto: “La quotazione della Ferrari è una straordinaria occasione per l’intero Paese, l’Italia c’è, basta alibi. Non dobbiamo avere paura di scendere in pista, se lo facciamo siamo i migliori del mondo”. In pratica, le solite fuffate in libertà tanto caro al premier italiano.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Antitrust multa banche delle case automobilistiche

De Magistris: Siamo ormai nella storia di Napoli

L’immigrato pazzo nel Vasto

Tre imprese individuali su 5 superano 5 anni di vita

Lite tra extracomunitari a Mergellina