Obama decide più controlli sulle armi

Al via la stretta sulle armi negli Stati Uniti. Sarà utile a fermare le stragi? In Georgia bimba di 2 anni colpita al petto in casa con una pistola dal fratellino.

Barack ObamaNella stretta sulle armi voluta da Barack Obama, il focus è sui controlli che i rivenditori saranno obbligati a condurre sugli acquirenti. Si dispone inoltre che l’FBI incrementi del 50% il suo personale dedicato a condurre le verifiche, assumendo oltre 230 nuovi esaminatori.

Obama chiede al Congresso 500 milioni di dollari per affrontare il problema sul piano della salute mentale. Sembra una risposta a chi sottolinea come in gran parte delle numerose stragi le armi siano usate da persone affette da disturbi mentali. Nuova tragedia delle armi da fuoco in Georgia, proprio nel giorno in cui Obama ha annunciato una svolta sui controlli. Una bimba di due anni è stata uccisa accidentalmente dal fratellino con una pistola lasciata incustodita in casa. Circa 30.000 persone vengono uccise da armi da fuoco negli Stati Uniti ogni anno. Il tema delle armi irrompe anche nella campagna elettorale per le presidenziali. La candidata democratica Hillary Clinton plaude alla decisione del presidente, mentre il candidato repubblicano Donald Trump annuncia che, se verrà eletto, annullerà il provvedimento.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato Baobab di Roma

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Birra Napoli si produce a Roma

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

La beneficenza per l’Africa subsahariana finisce in Francia