Ryanair taglia rotte per caro tasse

La compagnia low-cost si scaglia contro l'aumento delle tasse aeroportuali. A rischio 600 posti di lavoro.

RyanairRyanair chiuderà da ottobre le basi di Alghero e Pescara, taglierà alcune rotte e chiuderà tutti i voli di Crotone. Ad annunciarla la stessa compagnia low cost irlandese. Il motivo? L’illogica decisione del governo Renzi di aumentare le tasse aeroportuali.

Nella conferenza stampa, si è spiegato che saranno chiuse 16 rotte e che si perderanno 800 mila clienti e saranno tagliati 600 posti di lavoro. David O’Brien, direttore commerciale della Ryanair, ha dichiarato: “Il governo italiano ha aumentato le tasse del 40% da 6 a 9 euro, per ogni passeggero in partenza dall’Italia dal 1°gennaio”. Da qui la decisione di spostare aerei e posti di lavoro fuori Italia. L’aumento della tassazione serve per per gonfiare il fondo per la cassa integrazione degli ex piloti Alitalia. O'Brien ha affermato: “La Ryanair non intende finanziare l’Alitalia dovrebbe avere qualcuno ad Abu Dhabi a finanziare questo fondo, non certo noi”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Chef non trova lavapiatti per colpa del reddito di cittadinanza

Scampia tagliata fuori dal trasporto pubblico

CheBanca! con disservizi

Rimodulazione Vodafone da settembre 2019

Il business degli affidi

Sbarchi migranti in calo del 83,30%