Unioni civili in cambio delle pensioni di reversibilità?

Tagliare le pensioni di reversibilità per darle invece alle coppie gay. E' l'accusa che viene rivolta oggi al governo Renzi.

Unioni civili in cambio delle pensioni di reversibilità?Le unioni civili sono al centro del dibattito politico italiano da alcuni giorni. Il DDL Cirinnà è una legge ampia che per la prima volta in Italia darà alle coppie omosessuali un riconoscimento legale. Tutto bene? Mica tanto. Con la scusa dei diritti dei gay il governo Renzi cerca di fare cassa tagliando le pensioni di reversibilità.

Con l’approvazione del DDL Cirinnà i trattamenti di reversibilità(oggi riconosciuti a chi perde la moglie o il marito) verrebbero estesi anche alle coppie dello stesso sesso. Ma quanto costerebbe alle casse dello stato un provvedimento del genere? Claudio Capocchi, Carmine Ciocca, Maria Flora Salvatori e Giovanna Sini sul sito LaVoce.info scrivono che il costo sarebbe di un milione di euro all’anno. Quasi nulla in pratica. Il governo Renzi, invece, ha preso la palla al balzo per attuare una revisione di molti trattamenti previdenziali oggi erogati in Italia, legandoli all’ISEE, un indicatore che misura la reale ricchezza della famiglia, tenendo conto di diversi fattori: non soltanto dei redditi ma anche del patrimonio di cui dispone. E’ tutto scritto nel disegno di legge sulla povertà(vedi video).

Le pensioni di reversibilità costano circa 24 miliardi di euro all’anno, una bella cifra per un Paese sempre alla ricerca di risorse per stare in regola con i vincoli dell’Unione Europea. In poche parole il governo Renzi sta attuando la stessa cosa fatta con il Jobs Act: con la scusa di dare diritti ai precari, ha esteso il precariato a tutti. La stessa cosa avverrà con la finta estensione dei diritti civili. La verità è che i politicanti stanno appoggiando un progetto antidemocratico e fascista, barattando diritti economici(flessibilità, taglio salari e pensioni) con quelli degli omosessuali. Questa operazione a me non piace. Io voglio i diritti civili in un contesto in cui ci sono anche i diritti economici, perché anche le nozze gay non vengono bene se si fanno con i fichi secchi.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Pernigotti chiude fabbrica di Novi Ligure

Lungomare di Napoli in stato pietoso

Perché il governo Conte ha detto no al prestito BEI?

Migranti aggrediscono troupe Rai

Il caso della stazione Hirpinia dell’Alta Velocità Napoli-Bari

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano