Bankitalia: Crescono sofferenze banche

Tornano a salire a gennaio i prestiti in sofferenza del sistema bancario italiano. Lo indica la Banca d’Italia nel supplemento al Bollettino statistico "Moneta e banche".

Crescono sofferenze bancheCrescono le sofferenze delle banche italiane a gennaio. Il tasso di crescita su 12 mesi delle sofferenze(senza correzione per cartolarizzazioni ma tenendo conto delle discontinuità statistiche) è pari al 9%(9,4% a dicembre), 202,053 miliardi di euro. A fine 2015 lo stock di sofferenze era di 200,936 miliardi. Lo indica la Banca d’Italia nel supplemento al Bollettino statistico “Moneta e banche”.

Il tasso di crescita sui dodici mesi dei depositi del settore privato è stato pari al 3,6%(3,9% a dicembre). La raccolta obbligazionaria, incluse le obbligazioni detenute dal sistema bancario, è diminuita del 16,5% su base annua (-15,1% nel mese precedente). A gennaio, su base annua, i prestiti delle banche ai privati segnano -0,1%(-0,3% a dicembre), i prestiti alle famiglie +0,8%(come a dicembre), quelli alle società non finanziarie -0,9%(-0,7% a dicembre). Si avvicina al 60% la percentuale di copertura delle sofferenze da parte delle banche italiane. Il dato emerge da calcoli Reuters sugli ultimi dati bancari pubblicati da Bankitalia. A gennaio infatti le sofferenze nette sono scese a 83,6 miliardi di euro rispetto agli 89 di dicembre, toccando il livello minimo dallo scorso maggio.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Assicurazione RC auto con scatola nera

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Cgia: 11 miliardi al fisco dalle tredicesime

Istat: Stipendio medio cala a 13,97 euro l’ora

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord