Istat: Spesa per pensioni sale di 4 miliardi

Pesano gli arretrati per le pensioni erogate a partire dal 2012 dopo la sentenza della Corte Costituzionale sul blocco delle indicizzazioni.

InpsSale la spesa pubblica per le pensioni di tipo previdenziale: nel 2015 è stata pari a 261,470 miliardi di euro, in aumento di 4,126 miliardi(+1,6%). E’ quanto emerge dalle tavole Istat. Pesano gli arretrati(2,2 miliardi) per le pensioni erogate a partire dal 2012, pagati alle famiglie dopo la sentenza della Corte Costituzionale sul blocco delle indicizzazioni.

La spesa per le pensioni di reversibilità supera i 43 miliardi di euro, in rialzo di 332 milioni di euro(+0,8%). Il resto delle uscite previdenziali della P.A. si è diviso tra i 208,890 miliardi del capitolo vecchiaia(inclusa l’anzianità), i 5,742 miliardi della voce relativa all’invalidità su lavoro e i 1,632 miliardi dei prepensionamenti. Da questo totale restano fuori le prestazioni assistenziali, che seppure in alcuni casi compaiono sotto l’etichetta di “pensioni” fanno invece parte di un altro capitolo, quello dell’assistenza. L’Istat comunque fornisce dati spacchettati anche per le voci riferite alle pensioni di guerra(604 milioni nel 2015), le prestazioni agli invalidi civili(15,949 miliardi) quelle ai non udenti(188 milioni) ai non vedenti(1,139 miliardi), nonché le pensioni e gli assegni sociali(4,752 miliardi).

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Napoli: Forno crematorio in funzione entro fine anno

Serra è tornato in Italia con flat tax del PD

Cgia: Sud peggio della Grecia

Istat: Economia sommersa e illegale vale 209,8 miliardi

Italia con deficit oltre 2% da 10 anni

Il razzismo al contrario dell’Afro-Napoli