UE contro Google: Android viola regole Antitrust

Il colosso di Mountain View, imponendo di pre-installare le sue app, rafforza il suo dominio nel campo delle ricerca internet.

Android viole regola AntitrustGoogle viola le regole europee di concorrenza, abusa della sua posizione dominante imponendo restrizioni ai produttori di Android e agli operatori di rete mobile. Sono le conclusioni dell’Antitrust UE, al termine dell’inchiesta aperta mesi fa contro il gruppo americano.

In pratica, l’azienda di Mountain View è riuscita ad imporre a milioni di consumatori europei le app da utilizzare, tipo Google search e Chrome. La commissaria dell’Antitrust Margrethe Vestager ha dichiarato: “Le regole sulla concorrenza si applicano a tutte le imprese operanti nella UE. Google ha la possibilità di dissipare i dubbi della Commissione”. Non si è fatta attendere la replica del colosso di Mountain View: “Android ha contribuito allo sviluppo di un ecosistema rilevante e, ancora più importante, sostenibile, basato su un software open source e sull’innovazione aperta. Saremo felici di lavorare con la Commissione Europea per dimostrare che Android è un bene per la concorrenza ed è un bene per i consumatori”. Senza un’intesa Google rischia una multa fino al 10% del proprio fatturato(74,5 miliardi nel 2015). Google ha aggiunto: “I nostri accordi con i partner sono su base volontaria. Chiunque può usare Android senza Google”.

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

De Magistris arruola uno scarto del M5S e svela cura contro depressione

La fake news di Manfellotto sui contributi UE

Alberi pericolanti nelle pinete del rione Monterosa

Avvertimento al giornalista Federico Ruffo

Eurostat: 10% più ricchi ha 24,4% reddito complessivo italiano

Birra Napoli si produce a Roma