Chi votare al Comune di Napoli?

Il confronto negli studi Rai con tutti i candidati sindaco di Napoli si trasforma in una vergognosa gazzarre. Chi votare?

I candidati sindaco al Comune di NapoliLe 10 persone che vedete nella foto sembrano una squadra di calcio formata da scapoli e ammogliati. Battute a parte, nove di loro sono i candidati sindaco al Comune di Napoli. L’altro è il conduttore Procolo Mirabella. La campagna elettorale per le comunali entra nel vivo.

Oggi(24 maggio), sulla TGR della Campania, c’è stato il dibattito televisivo tra i candidati alla poltrona di primo cittadino di Napoli: Luigi de Magistris(demA), Gianni Lettieri(Forza Italia), Valeria Valente(PD), Matteo Brambilla(M5S), Marcello Taglialatela(Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale), Nunzia Amura(Partito Comunista), Paolo Prudente(Partito Comunista dei lavoratori), Domenico Esposito(Qualità della vita per Napoli), Luigi Mercogliano(Popolo della Famiglia). Mancava solamente Martina Alboreto(Fratelli del popolo italiano). Chi votare? La scelta è davvero difficile. I primi cinque sono quelli che prenderanno più voti, ma nessuno di loro mi convince per un motivo o per un altro. Tutti gli altri non arriveranno all’8% messi insieme. Molto probabilmente si arriverà ad un nuovo ballottaggio tra De Magistris e Lettieri. Il dibattito è stato caratterizzato da uno scontro verbale tra Taglialatela, Lettieri e il sindaco uscente De Magistris. La tribuna elettorale si è trasformata in una vergognosa gazzarre negli ultimi minuti.

Taglialatela ha accusato il sindaco di non fornire risposte rispetto a 100 milioni di euro di finanziamenti ricevuti dal Comune. Il sindaco uscente ha replicato accusando il candidato sindaco di Fratelli d’Italia di avere amici corrotti. La Valente ha criticato De Magistris per aver riempito Napoli di rifiuti. Parla proprio lei? La candidata del Partito Democratico si è dimenticata della spazzatura fino ai piani alti quando lei era assessore al Turismo della Giunta Iervolino. A proposito, la Valente era in missione anche oggi? Lettieri, invece, ha attaccato il sindaco uscente sull’Abc(Acqua Bene Comune), una delle poche buone cose fatte da De Magistris in questi 5 anni. L’imprenditore napoletano ha fatto capire che intende privatizzare l’acqua, venendo meno a ciò che ha deciso il popolo con il referendum del 2011. Lettieri  sta facendo la stessa pessima campagna elettorale del 2011. Quando gli faranno capire che più parla e più perde voti? La città di Napoli merita di meglio.

Guarda il video del dibattito televisivo

Commenti

I post più letti negli ultimi sette giorni

Sgomberato ex penicillina

Istat: PIL pro capite Sud metà di Nord

Cimiteri comunali di Napoli senza illuminazione

Centro di accoglienza migranti a Secondigliano

BCE conferma fine Quantitative easing

Contributi erogati alla stampa per l’anno 2017